ADUNANZA DELL’8-9-10 NOVEMBRE

Apprezzamento del CUN sul  parere del Consiglio di Stato in merito alle Cattedre Natta:

In riferimento al parere del Consiglio di Stato sulla “Disciplina del fondo per le cattedre universitarie del merito Giulio Natta”, il CUN esprime grande apprezzamento «per l’alta attenzione prestata [dal CdS] alle esigenze di promozione e libertà della ricerca scientifica e di tutela delle autonomie universitarie» sancite dalla Costituzione. Inoltre il CUN condivide l’auspicio che «i numerosi interventi normativi dedicati a Università e Ricerca siano adottati con l’ascolto e la partecipazione attiva della comunità scientifica e accademica, alla cui autonomia, ai cui saperi e alle cui esperienze devono essere in ogni caso garantiti spazi effettivi e adeguati di espressione, ancor più quando l’obiettivo è quello di accrescere la qualità del sistema».

Da ultimo, il CUN ricorda che ogni intervento, avente a oggetto l’articolazione e la sistemazione dei saperi e delle discipline, va effettuato soltanto dopo un’attenta istruttoria; e che tale materia è assegnata dalla legge alla competenza del medesimo Consiglio Universitario Nazionale.

Testo integrale del documento CUN: https://www.cun.it/uploads/6397/dichiarazione_09_11_2016.pdf?v=

Chi volesse approfondire l’intera questione può fare riferimento a:: https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/Notiziasingola/index.html?p=NSIGA_4162250

Osservazioni sul disegno di legge di bilancio dello Stato:

In merito al  disegno  di  legge  “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”, il CUN  apprezza  il maggior impegno finanziario dello Stato, in particolare quello a decorrere dal 2018, in favore del sistema universitario «ancora fortemente sotto finanziato». Il vivo apprezzamento riguarda in particolare alcune misure in favore degli studenti (orientamento pre-universitario, borse, esenzioni, sostegno didattico e tutorato), misure che andrebbero però ulteriormente migliorate.

Ma nel contempo sono vari i motivi di preoccupazione del CUN: in primo luogo «la crescente centralizzazione  delle  scelte  di  destinazione  dei  finanziamenti  che appare  in  contrasto con l’autonomia delle Università e  che rischia  di  deprimerne  le  capacità  innovative  e  strategiche».

Preoccupa, altresì, «il prevalere di una logica di verticalizzazione delle determinazioni che investono il settore dell’Università e della Ricerca e di accentramento dei processi decisionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri».

Altre perplessità riguardano la mancata  estensione  alle  Università dell’anticipazione dal 2018 al 2017 della possibilità di assumere personale in misura finanziaria pari alle cessazioni dell’anno precedente; e ciò «nonostante  la  fortissima contrazione  di  risorse  umane  avvenuta  negli  ultimi  otto  anni».

Ulteriori osservazioni riguardano lo stanziamento di 45 milioni di euro destinati alla ricerca libera: una misura positiva per il sostegno ai giovani studiosi, ma sorretta da una logica centralistica, lenta  e  farraginosa.

Quanto al finanziamento di 180 Dipartimenti meritevoli in base a determinati parametri, il CUN critica la definizione operativa di questi ultimi (indicatore basato su VQR). Il CUN  prosegue segnalando  che «qualunque strumento puramente statistico che porti a formulare una graduatoria generale di merito tra tutti i dipartimenti  italiani  in  base  a  parametri  sintetici  non  riesce  a  rappresentare  correttamente  la  multiformità delle  situazioni  e  dei  saperi  e  non  è  considerato  nella  letteratura internazionale  di  settore  né  stabile  né affidabile  per  l’assegnazione  diretta  di  finanziamenti  pubblici».

Infine il CUN esprime forti perplessità circa la destinazione delle risorse alla  fondazione  Human  Technopole  e  si  riserva  di  formulare ,  in  proposito, osservazioni  più articolate in un prossimo documento.

Testo integrale: https://www.cun.it/uploads/6409/osservazione_10_11_2016.pdf?v=

Prossima adunanza: 29-30/11, 1/12

 

ALTRE NOTIZIE

Relazioni nel Convegno CUN su “La rappresentanza istituzionale del sistema universitario”:

Come già preannunciato, (vedi “CUN News” n° 29 – 11/10/16), il 26 ottobre si è svolto, nella sede del MIUR, un Convegno, promosso dal CUN, su “La rappresentanza istituzionale del sistema universitario”. Nel sito del CUN sono scaricabili il programma, la relazione introduttiva di Giuliano Amato ( “La rappresentanza della comunità accademica e il governo delle autonomie universitarie”) e interventi di alcune comunità scientifiche. Ricordo che per l’Area 14 è intervenuto il Prof. Alessandro Cavalli.

Quando la raccolta delle relazioni e degli interventi sarà completa, verrà pubblicata negli Atti.

Programma, Relazioni e interventi:

https://www.cun.it/homepage/evidenza/la-rappresentanza-istituzionale-del-sistema-universitario-26-ottobre-2016-atti-della-giornata-di-studio/