a cura di  Eduardo Barberis (Università di Urbino Carlo Bo) e  Domenico Carbone (Università del Piemonte Orientale)

Termine per la presentazione dei paper:  15/12/2020

Scopo della call è quello di raccogliere contributi teorici e di ricerca sul tema dell’impatto che le riforme dei sistemi d’istruzione hanno avuto sull’identità dei lavoratori e delle lavoratrici che operano in questo settore della conoscenza.
Nel corso degli ultimi decenni, infatti, i sistemi di istruzione, in Italia così come in molti altri paesi europei, sono stati attraversati da importanti cambiamenti che ne hanno ridefinito profondamente il loro “campo organizzativo” [Powel e Di Maggio 1983]. Si tratta di un processo per certi versi tutt’ora in corso, che ha diffusamente trasformato lo scenario politico, culturale economico e tecnologico entro cui si svolge l’azione di attori e istituzioni e che risulta ampiamente condizionato dalla diffusione del paradigma del New Public Management [Hood 1991]. L’implementazione delle pratiche organizzative ispirate a tale paradigma ha, ovviamente, risentito delle caratteristiche istituzionali e regolative, storicamente sedimentate nei vari sistemi di istruzione, generando processi ed esiti non omogenei [Gunter et al. 2016].

Scopo della call è quello di raccogliere contributi che pongano al centro della riflessione il modo in cui i soggetti che lavorano nel mondo dell’istruzione reagiscono a questa condizione con particolare attenzione alle costruzioni intersoggettive di significato attraverso cui lavoratori e lavoratici dell’istruzione e della ricerca rappresentano la loro condizione sociale e lavorativa.
Nello specifico la call intende raccogliere contributi sui seguenti quesiti:
• Esiste una tensione tra la cultura manageriale e l’ethos lavorativo di coloro che operano nelle istituzioni scolastiche e universitarie?
• Quali effetti sull’identità individuale e collettiva dei lavoratori di questo settore ha prodotto l’affermazione del nuovo modello organizzativo?
• Quali sono le strategie di adesione consapevole, piuttosto che ritualistica o strategica, messe in atto da questi attori?
• È possibile osservare fenomeni di isomorfismo in tali scelte strategiche?
• In quali forme e contenuti si esprimono le resistenze a questo modello?

Gli articoli, in italiano o inglese, devono essere caricati entro il 15 dicembre 2020 sulla piattaforma informatica Open Journal Systems di FrancoAngeli, registrandosi come «autori» alla pagina http://ojs.francoangeli.it/_ojs/index.php/sl/index e seguendo le istruzioni per caricare l’articolo completo.

L’articolo potrà avere una lunghezza massima di 8.000 parole e dovrà tassativamente rispettare le norme editoriali della rivista: https://www.francoangeli.it/riviste/NR/Sl-norme.pdf. Non si accettano testi che non siano stati editati secondo le norme redazionali o di dimensioni eccedenti quelle indicate in questa call for papers.

Gli articoli correttamente formattati e caricati sulla piattaforma informatica della rivista saranno sottoposti al processo di double blind peer review.

Scarica l’allegato