di Marita Rampazi

Riflettere sulla globalizzazione, oggi, significa interrogarsi sul futuro, in una situazione di profonda incertezza causata dal cambiamento degli orizzonti entro cui prende forma la vita associata. Lo scenario attuale è l’esito di un processo con radici lontane e tuttora aperto a sviluppi imprevedibili, che coinvolge le principali dimensioni dell’agire, da quella politica, a quelle economica, scientifico-tecnologica, sociale, culturale e, ora, anche ecologica.
In prospettiva interdisciplinare, la sociologia può contribuire alla comprensione del processo offrendo alcune chiavi di lettura utili per analizzare le interdipendenze fra le sue dimensioni, gli elementi di continuità e discontinuità storica dei fenomeni in atto, il rapporto che collega l’esperienza individuale ai cambiamenti macro-sociali.

Leggi l’indice

Una prima chiave di lettura è rappresentata dall’adozione della spazio-temporalità come quadro di riferimento per osservare che cosa succede quando – come è avvenuto con la nascita delle società moderne e come sembra avvenire oggi – attività, centri di potere, spazi di libertà per i soggetti iniziano a svilupparsi all’esterno delle cornici politico-istituzionali consolidate. In tal senso, la novità più evidente, oggi, è rappresentata dalla connettività diffusa di Internet, che consente a chiunque di inserirsi nella fitta rete delle interconnessioni globali, costituita da relazioni prive di distanza. Si aprono, così, nuove opportunità, ma nascono anche nuovi problemi, a partire dall’organizzazione dell’agire sociale su spazi multipli, sempre più difficili da controllare e raccordare.
Una seconda categoria sociologica da valorizzare consiste nell’attenzione per l’ambivalenza dei fenomeni sociali, che favorisce una lettura dinamica della realtà osservata, aperta allo sguardo sulle incertezze del presente e del futuro.

Con un linguaggio piano e scorrevole, dopo aver illustrato i termini del dibattito sul concetto di globalizzazione e aver richiamato l’evoluzione del quadro geo-politico mondiale entro cui essa ha preso corpo, il libro utilizza i due riferimenti citati per ricostruire i principali cambiamenti che si sono verificati negli assetti delle società moderne parallelamente allo sviluppo di questo processo; l’incertezza dell’esperienza individuale; le sfide che si profilano per il futuro. Fra le sfide, spicca il problema della sostenibilità ambientale e sociale dell’attuale modello di sviluppo, che porta con sé un nuovo ruolo per la società civile e soprattutto pone il problema di nuove forme di governance globali.