Nei giorni in cui le Università chiudevano e la didattica si trasferiva sulle piattaforme online, abbiamo voluto sottolineare che la sociologia italiana continuava il suo lavoro di ricerca, pur con i vincoli dovuti al rispetto delle limitazioni suggerite da OMS e ISS e dai decreti governativi.

L’AIS, vicina ai suoi soci ed alle sue socie, ha dichiarato prontamente la propria volontà di sostenere e diffondere ogni contributo alla comprensione delle dinamiche sociali che accompagnano la pandemia ed ai modi per orientarle riflessivamente, sostenendo le capacità di innovazione e di rinforzo dei legami sociali e dei valori pubblici condivisi – in un contesto di democrazia in cui il pensiero critico è una risorsa preziosa.

Ci siamo detti che l’epidemia e l’emergenza in corso potevano rivelarsi, anche per i sociologi, occasione di apprendimento collettivo: motivando tutte/i noi sia a comunicare, nella sfera pubblica, la rilevanza del contributo sociologico alla intelligenza collettiva dei fenomeni sociali, che a fare, sempre più, rete tra noi.

Vogliamo adesso dar seguito concreto all’idea, lanciata in quei giorni, spingendoci oltre quanto sin qui fatto, con la diffusione del video di UNICAL e di alcuni articoli pubblicati sulla stampa estera.

Al fine di convogliare idee, riflessioni e osservazioni dirette su quanto sta accadendo, in un dibattito che ne valorizzi gli spunti e li renda condivisibili e produttivi di nuove prospettive di indagine, vi proponiamo uno spazio di discussione – sotto forma di Forum – che trattando dell’emergenza contribuisca a far emergere una nuova sociologia pubblica, in un Paese nel quale la nostra presenza è ancora poco visibile.

Il forum che apriamo sul sito AIS, dove raccoglieremo contributi che vorrete mandarci sotto forma di brevi video, immagini, testi – vuole essere uno spazio il più possibile aperto, esercizio insieme di immaginazione sociologica e di democrazia, volto a fare emergere un’autocomprensione critica della particolare contingenza sociale che stiamo attraversando, delle condizioni che l’hanno resa possibile, delle conseguenze che potranno derivarne – la cui utilità, nei nostri intenti, andrà ben oltre il superamento dell’emergenza covid-19.

Siete tutte/i invitati a partecipare con le vostre idee, le vostre proposte di ricerca e di interpretazione critica inviando il materiale a forum@ais-sociologia.it