Adunanza del 7-8-9 NOVEMBRE 2017

Parere sul Disegno di legge  “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”: il Parere del CUN è contenuto in un testo ampio e articolato, ricco anche di suggerimenti tecnici. In estrema sintesi, il documento esordisce ricordando gli aspetti più critici della situazione attuale dell’Università e la necessità – per affrontarli –  di risorse aggiuntive da destinare al FFO, anche stornandole da altre destinazioni (p. es. “cattedre Natta”). Il CUN esprime inoltre forti dubbi “circa la sostenibilità economica nel tempo dei compiti istituzionali assegnati all’Università”.

In merito al congelamento degli aumenti retributivi, il CUN propone un anticipo al presente degli effetti economici del disposto normativo, con conseguente incremento del FFO già a decorrere dal 2018. Altre considerazioni riguardano il piano straordinario d’ingresso di 1.300 RTDb e lo stanziamento di fondi per il diritto allo studio, considerati entrambi non adeguati.

Testo integrale: https://www.cun.it/uploads/6676/analisi_proposta_2017_11_08.pdf?v=

Guida alla scrittura degli ordinamenti didattici: Sulla base delle novità normative introdotte nel corso del 2017, il CUN ha approvato l’aggiornamento della Guida alla scrittura degli ordinamenti didattici (A.A. 2018/19).

Testo: https://www.cun.it/uploads/4088/GUIDA_18-19_finale.pdf

 

Prossima seduta: 28-29 novembre

 

ALTRE NOTIZIE

Sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria: a tale proposito, le domande di alcuni colleghi sociologi mi inducono ad un chiarimento. Le norme principali che regolano la materia sono:

  • DPR 19/2016 che stabilisce anche la classi di concorso (fra cui, di matrice sociologica, la A65, “Teoria e tecnica della comunicazione”);
  • Legge 107/2015 (cd. “La buona scuola”) e dlgs 59/2017 che quadripartiscono i 24 cfu (necessari per l’accesso ai percorsi FIT –  Formazione Inserimento Tirocinio) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Questo quarto ambito non comprende le discipline sostantive (p. es. tutte le sociologie), né le didattiche disciplinari, ma le tecnologie e le metodologie didattiche in senso generale, “transdisciplinare”.

I Pareri  del CUN – richiesti dal MIUR −  riguardano la formazione iniziale di accesso nei ruoli di docente (7/6/2017) e le proposte sulle procedure di riconoscimento di crediti già acquisiti all’interno dei percorsi formativi per l’acquisizione dei 24 CFU (27/9/2017)

Nel primo Parere il CUN propone – per la classe A65 – SPS/07, SPS/08 e SPS/12.

Entrambi i documenti sono stati dettati da ragioni di urgenza (avvio dei percorsi) e in essi il CUN ha sottolineato il carattere necessariamente provvisorio di questa fase iniziale.

Va aggiunto che, ad oggi, mancano ulteriori decreti attuativi: dato il quadro politico attuale, quasi a ridosso delle elezioni, non è certo che vi sia il tempo necessario perché questi vengano tutti emanati.  Se si giungesse, prima delle elezioni, a vararli, l’intero sistema FIT dovrebbe acquisire una certa stabilità (a partire soprattutto da quanto previsto nel  DPR); altrimenti parti anche significative  dell’impianto normativo potrebbero essere rimesse in discussione.

Fonti:

 

L’università italiana nell’Europa di domani:  su questo tema Il 10 novembre si è svolta una Giornata di discussione e confronto, promossa dal Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca del MIUR. I lavori sono stati aperti dagli interventi del Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e della Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. E’ intervenuta anche Carla Barbati, in qualità di Presidente del CUN.

Osservatorio nazionale per il diritto allo studio universitario: su iniziativa del MIUR, si è costituito l’Osservatorio nazionale per il Diritto allo studio universitario. L’Osservatorio, i cui membri resteranno in carica per tre anni, avrà il compito di presentare proposte per migliorare le prestazioni in materia di diritto allo studio; produrre, entro il mese di marzo di ogni anno, una relazione sull’attuazione del diritto allo studio a livello nazionale; realizzare analisi, confronti e ricerche su criteri e metodologie, con particolare riferimento alla valutazione dei costi di mantenimento agli studi, nonché dei risultati ottenuti; creare un sistema informativo per l’attuazione del diritto allo studio.

 

Cun in Twitter: Per un’informazione sintetica, tempestiva e partecipata, il CUN ha aperto un account di Twitter: @ConsUnivNaz