Adunanza del 17, 18 e 19 aprile

 Classificazione dei saperi e delle attività di ricerca; classi dei corsi di studio:Il CUN ha proseguito le proprie analisi (ancora provvisorie) in merito alla sua futura Proposta sulla classificazione dei saperi e sulla revisione delle classi dei corsi di studio nel segno di un aggiornamento e di una internazionalizzazione dell’offerta formativa.

Saperi: In particolare è proseguito il lavoro che aveva già visto la definizione dei “raggruppamenti disciplinari”, quali possibili nuove entità per l’inquadramento dei docenti e il funzionamento del sistema universitario da un punto di vista del reclutamento e della didattica.

Ricerca: ai fini della classificazione e di una miglior descrizione delle attività di ricerca, il CUN ritiene utile identificare un insieme di ‘domini di ricerca’ con caratteristiche anche trasversali rispetto alle aree disciplinari, che costituiscano una tassonomia delle aree tematiche di ricerca simile (ma non uguale) a quella definita dall’European Research Council Panel Structure. L’individuazione dei `domini di ricerca’ sarà finalizzata ad attività quali la collocazione e la valutazione dei progetti proposti dai docenti e quelle di valutazione della ricerca. Ciascun ‘dominio di ricerca’ sarà articolato in una serie di parole chiave che, rappresentando le specificità culturali delle varie comunità di studio, consentiranno a ciascun docente di inquadrare nel modo migliore nel sistema la propria attività di ricerca. Al fine della definizione specifica della classificazione, il CUN favorirà un fattivo confronto con gli attori istituzionali preposti alla gestione delle predette attività.

Corsi di studio: Per quanto riguarda una futura Proposta sulle classi dei corsi di studio, è stato condiviso un modello per la manutenzione e, ove necessario, la trasformazione delle attuali classi di corsi di studio, utilizzabile anche per la definizione degli obiettivi formativi qualificanti delle nuove classi.

Presupposti per i procedimenti di chiamata dei Professori Universitari: In una propria Raccomandazione, il CUN prende in considerazione il documento prodotto su “I regolamenti adottati dagli Atenei italiani per le selezioni e per le valutazioni funzionali all’immissione nei ruoli dei Professori di prima e di seconda fascia, ex artt. 18 e 24, co. 6, l. 30 dicembre 2010, n. 240: l’analisi”. In tale documento  emerge come nel corso degli anni gli atenei abbiano interpretato e applicato il testo dell’art. 24 comma 6 secondo modalità diverse. In riferimento alla nota MIUR del 28.11.2017, il CUN raccomanda alle sedi istituzionali competenti di chiarire con un apposito atto quale procedura debba essere applicata. Sempre il CUN sottolinea altresì l’importanza della questione in relazione alla gestione delle procedure di chiamata per l’accesso ai ruoli della docenza e alla carriera dei docenti e ricercatori.

Testo integrale: https://www.cun.it/uploads/6803/Raccomandazione_17_04_2018.pdf?v=

Esame degli ordinamenti: Il CUN ha proseguito l’analisi delle proposte di modifica degli Ordinamenti Didattici e ha espresso pareri in merito.

Prossima seduta: 2-3 maggio.