ADUNANZA DEL 19-20-21 MARZO 2019

 

La valutazione della ricerca: Alla vigilia della VQR 2015-2019 e con il fine di contribuire al miglioramento della qualità del processo valutativo, il CUN ribadisce alcune osservazioni già più volte espresse nel passato e torna ad evidenziare alcune criticità nell’impianto dei precedenti cicli.

« Il punto fondamentale da considerare − esordisce il documento − è quale sia la finalità della valutazione. Sebbene esista una consapevolezza diffusa del fatto che il processo VQR ha un valore strategico per il sistema della ricerca nel nome del “conoscere per migliorare’, gli esercizi VQR finora svolti hanno puntato alla valutazione della qualità dei prodotti senza tenere in alcun conto le politiche della ricerca perseguite dagli Atenei. La qualità di una struttura è stata così misurata come somma delle qualità dei risultati dei singoli afferenti, con l’obiettivo di costruire un indicatore sintetico da utilizzare per la ripartizione di quote sempre più significative delle risorse pubbliche. L’indicatore sintetico è stato poi utilizzato per determinare dei ranking in base ai quali, a sostanziale invarianza di finanziamento complessivo, i primi classificati vengono premiati e gli ultimi sanzionati indipendentemente dalla loro qualità effettiva». Per il CUN, invece, lo scopo ultimo della valutazione dovrebbe essere quello di « fornire strumenti, criteri e dati utili alla comprensione dei punti di debolezza e di forza del sistema e delle singole strutture, al fine di assicurare alle sedi di indirizzo politico elementi conoscitivi per politiche capaci di superare i primi e consolidare i secondi».

A questi limiti nell’impostazione del processo di valutazione, il CUN aggiunge vari rilievi tecnici nel calcolo degli indicatori

l  CUN  auspica  inoltre che  i metodi  di  valutazione  dei  prodotti  siano  facilmente  interpretabili  e che i bandi provvisori della VQR vengano pubblicati con sufficiente anticipo, dando alle comunità scientifiche la possibilità di sottoporre osservazioni che possano effettivamente condurre a modifiche migliorative del bando.

«Volgendo lo sguardo ad un orizzonte di medio termine − prosegue il documento − , il CUN ritiene che sia possibile e opportuno ripensare in maniera critica e costruttiva l’impianto della valutazione della ricerca, integrando la valutazione di prodotto con elementi valutativi che tengano conto anche delle politiche della ricerca perseguite dagli Atenei».

Segue una lista di possibili criteri di valutazione degli Atenei. «Si tratta di un possibile approccio che, previo un ampio dibattito da avviare con il coinvolgimento delle comunità scientifiche, centrerebbe il processo di valutazione sugli Atenei piuttosto che sui singoli docenti». La valutazione della qualità dei prodotti della ricerca, frutto del lavoro di singoli o gruppi di ricercatori, andrebbe integrata con altri criteri e indicatori, qualitativi e quantitativi, che rappresentino in maniera più completa l’efficienza e l’efficacia delle politiche della ricerca scelte dagli Atenei nella loro autonomia.

Testo integrale: https://www.cun.it/uploads/7059/INTEMADIVALUTAZIONEDELARICERCACUN20marzo.pdf?v=

 

Modifiche ai corsi di laurea: Il CUN ha esaminato i primi 198 ordinamenti per i quali 25 atenei italiani hanno proposto modifiche di ordinamento. L’esame di ulteriori proposte proseguirà nelle prossime sedute.

manutenzione straordinaria dei corsi di studio esistenti: Nell’ambito dei lavori avviati per assolvere il mandato ricevuto dal Ministro con nota dell’11 gennaio 2018, il CUN ha approvato una proposta di manutenzione di un primo blocco di classi di laurea. Nel corso delle prossime sedute proseguiranno i lavori relativi alle proposte di manutenzione di altre lauree esistenti.

 

Prossima adunanza: 2, 3 e 4 aprile 2019.

 

ALTRE NOTIZIE

Eletto Alessandro Arienzo: nelle recenti elezioni per il rinnovo parziale dei consiglieri del CUN, in rappresentanza dei Professori Associati dell’Area 14 è stato eletto Alessandro Arienzo (SPS/02 – Università di Napoli Federico II). Felicitazioni vivissime e fervidi auguri!