in:

Sezione monografica n.2/2019

a cura di Carla Facchini e Emanuela Sala

Negli ultimi anni vi è stato un forte sviluppo di nuove tecnologie applicate alla vita quotidiana. Alcune di esse riguardano la socialità (si pensi allo smartphone o a skype), altre riguardano il monitoraggio di funzioni vitali o applicazioni nel campo della cura.

La call che proponiamo riguarda l’impatto che tali tecnologie hanno/possono avere per la popolazione anziana.

Questo tema ci sembra interessante in quanto tale popolazione da un lato è più esposta sia alla solitudine, sia alla non autosufficienza e alla presenza di patologie e, quindi, di fatto, maggiormente interessata a tecnologie in grado di svolgere al riguardo un’importante funzione di supporto; dall’altro, è meno aperta all’innovazione e quindi tendenzialmente meno in grado di accedere a/utilizzare tali nuovi strumenti.

Nello stesso tempo, una riflessione su questi temi appare particolarmente opportuna considerando che la ricerca e l’elaborazione teorica al riguardo sono ancora molto carenti.
I saggi, che possono essere scritti, oltre che in italiano, in francese o in inglese, saranno comunque oggetto di un referaggio double-blind peer review, secondo gli standard della rivista.
Saranno considerati con particolare interesse i saggi che presentano risultati di ricerca.

Per agevolare il lavoro di tutti, vi chiediamo di inviare all’indirizzo di Autonomie Locali e Servizi Sociali autonomielocalieservizisociali @ gmail.com e per conoscenza alle curatrici:  emanuela.sala @ unimib.it e carla.facchini @ unimib.it. entro il 10 maggio 2019 un abstract, in modo che entro il 30 maggio 2019 si possa comunicare ai proponenti l’accettazione del loro contributo.

L’abstract (minimo 300 parole, massimo 500 parole) deve essere strutturato secondo le indicazioni qui riportate:

  1. oggetto del lavoro e suo interesse/rilevanza;
  2. interrogativi teorici e/o di ricerca;
  3. nel caso di lavori di ricerca: dati e tecniche di analisi dei dati;
  4. principali risultanze empiriche (se disponibili);

La deadline per la consegna dei saggi definitivi sarà il 30 settembre 2019.