in:

Il disegno di legge n. 735 “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità̀” presentato il 2 agosto 2018 al Senato, primo firmatario il Senatore Simone Pillon, e assegnato alla 2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede redigente il 3 agosto 2018, dopo una lunga serie di audizioni, è attualmente in attesa di emendamenti. Nell’attuale “Contratto di Governo”, siglato tra Lega e Movimento 5 Stelle, è prevista una riforma del diritto di famiglia, a
partire dalla Legge 54 del 2006 sull’affido condiviso.
I punti principali che il decreto regolamenta (presenza obbligatoria di un mediatore familiare, equivalenza del tempo trascorso con i figli o “bigenitorialità perfetta”, abolizione dell’assegno di mantenimento e casa familiare) stanno suscitando un acceso dibattito tra esperte/i di diversi ambiti disciplinari (diritto, economia, psicologia, sociologia, scienze dell’educazione…). Tuttavia, tale dibattito non ha raggiunto in modo chiaro ed esaustivo la più ampia opinione pubblica.
Ritenendo di dover colmare questa lacuna la Sezione “Studi di Genere” dell’Associazione Italiana di Sociologia, insieme al Centro Interdisciplinare Studi di Genere A.R.G.IN.O. Advanced Research on Gender INequalities and Opportunities dell’Università di Sassari, ha organizzato una conferenza-tavola rotonda che mette a confronto studiose e studiosi, ricercatrici/ori, professionisti, operatrici e operatori sociali, esperte/i, che condividono il desiderio di discutere il disegno di legge.
L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione “Noi donne 2005” e con la Rete D.i.Re Donne in Rete contro la violenza. DDL Pillon_10_4_2019_Sassari