in:

Sessione XV “La partecipazione dei cittadini-utenti/pazienti e della società civile nel contesto del SSN” della XII Conferenza ESPAnet Italia 2019 Territori del welfare: (de-)globalizzazioni, innovazioni e conservazioni Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, 19-21 settembre 2019

Il tema della partecipazione dei cittadini-utenti/pazienti in sanità diventa una questione centrale del dibattito sulla riforma dei sistemi sanitari a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso all’interno delle riforme della cosiddetta New Public Health. In Italia, il dibattito sulla partecipazione è introdotto a seguito dei processi di riforma del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) avviati negli anni Novanta (D.Lgs. 502/92, 517/93 e 229/99), che hanno dato avvio alle prime esperienze di partecipazione cittadini-utenti/pazienti nell’ambito dei sistemi di valutazione e nei processi decisionali in materia di erogazione dei servizi sanitari e organizzazione del sistema assistenziale e di cura.  Nonostante il tema sia stato riconosciuto essere di fondamentale importanza dagli esperti del settore, non di rado queste esperienze si sono tradotte in forme di coinvolgimento e di consultazione piuttosto che in forme di partecipazione piena, reale ed effettiva.

Una delle questioni cruciali che ruotano attorno al tema della partecipazione in sanità riguarda la dimensione della distribuzione del potere tra gli attori. In altri termini, è essenziale valutare sino a che punto l’empowerment del paziente comporta un reale travaso di poteri da professionisti e manager dei servizi sanitari ai pazienti e alle loro famiglie e caregiver. Per poter esercitare forme di partecipazione effettive in grado di tradursi in un reale potere decisionale anziché in simulacri manipolatori, si rende difatti necessario definire e implementare forme infrastrutturali e strumenti in grado di offrire opportunità reali di partecipazione fondate su di una autentica agency da parte dei cittadini, che consenta loro di contribuire in termini di tempo, informazioni, energie e competenze ad ampliare gli spazi decisionali e a migliorare i percorsi di cura condividendoli con gli altri attori coinvolti.

A partire da queste premesse, la sessione che si intende organizzare è indirizzata ad accogliere riflessioni, studi ed esperienze di ricerca sul tema degli ambiti e delle modalità di partecipazione dei cittadini-utenti/pazienti e della società civile nel contesto del SSN, con particolare riguardo ai seguenti aspetti più specifici:

  • riforme degli assetti istituzionali per introdurre forme di partecipazione dei cittadini in sanità;
  • movimenti sociali per la difesa / costruzione di nuovi spazi di partecipazione in sanità;
  • esperienze di co-produzione dei servizi e di linee-guida all’interno del SSN;
  • promozione del patient engagement nell’ambito delle politiche sanitarie;
  • il ruolo dell’ente pubblico per lo sviluppo della medicina partecipativa;
  • strategie e strumenti per promuovere la partecipazione in sanità.

 

Coordinano: Linda Lombi (Università Cattolica di Milano) e Guido Giarelli (Università Magna Graecia di Catanzaro)

Call for Papers Deadline: 14 April 2019

 

Link: http://www.espanet-italia.net/sessione15-2019/