in:

Il Secondo Seminario del ciclo “Un nuovo senso comune?” della sezione Vita Quotidiana offrirà l’occasione di riflettere sul rapporto fra scienza e società come naturale luogo di sviluppo di un senso critico generalizzato in un contesto sociale in cui la diffusione di tecnologie di comunicazione digitale alimentano la potenziale circolazione di conoscenze di vario tipo, spesso contribuendo alla creazione di muovi modelli di senso comune, in alcuni casi con un marcato atteggiamento antiscientifico.

Il seminario è diviso in due parti. La prima è dedicata a riflettere sugli interrogativi sociologici posti dall’evoluzione del rapporto fra scienza e società in chiaroscuro con la diffusione di nuovi media comunicativi che da un lato consentono una maggiore partecipazione dal basso, ma allo stesso tempo, dall’altro, impediscono un adeguato controllo sulla qualità dell’informazione che circola entro questi circuiti. La seconda invece investiga le buone prassi della comunicazione della scienza in questo contesto comunicativo complesso in cui trova spazio l’emersione di un nuovo senso comune. Parteciperanno a questa seconda parte del seminario, organizzato in una tavola rotonda, imprenditori del mondo digitale e divulgatori scientifici che discuteranno sulle possibili ricadute di differenti strategie di comunicazione di contenuti scientifici utilizzando i canali digitali.

Evento realizzato in occasione del primo seminario di approfondimento del Corso di Comunicazione Digitale dell’Università di Pavia, con il patrocinio di: Associazione Italiana di Sociologia-AIS, Sezione “Vita Quotidiana” dell’AIS, CIRSIS (Centro Interdipartimentale di Ricerca sui Sistemi di Istruzione Superiore), Master in Marketing Utilities and Storytelling Techniques, Collegio Benvenuto Griziotti dell’Università di Pavia. Evento inserito nel quadro della “Settimana della Sociologia”.

Scarica la locandina del seminario.