Care colleghe e cari colleghi,
con la presente desideriamo rendervi brevemente conto del seminario “Criticità dell’Area 14 e proposte conseguenti. Accreditamento delle riviste e valutazione della ricerca” che si è  svolto il 24 settembre presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali e della comunicazione dell’Università di Salerno, organizzato dalla Consulta dell’Area 14.
Dopo l’intervento introduttivo di Mario Morcellini, che ha ricostruito entità e composizione dell’Area e sostenuto la necessità  che la Consulta si costituisca come luogo per lo sviluppo di autoriflessioni dell’Area medesima, i tre interventi centrali hanno affrontato le criticità  della vqr generalmente intesa (Palumbo), alcune ambiguità costitutive della valutazione delle riviste via vqr (Giuliani), le posizioni a voi note del nostro coordinamento (Santambrogio). In allegato trovate anche i dati che Marco Giuliani, componente del gruppo di lavoro riviste e libri scientifici Anvur, ha presentato e commentato, insieme alla descrizione di una serie di difficoltà incontrate dal medesimo gruppo nell’applicazione del Regolamento.
Sono seguiti gli interventi dei Presidenti (o loro rappresentanti) delle associazioni scientifiche aderenti alla Consulta, dei consiglieri Cun e di una serie di colleghi partecipanti al seminario. Pur nella diversità dei giudizi formulati sull’attuale sistema (che hanno diviso i colleghi tra quanti -la grande maggioranza- ritengono abbia introdotto gravi distorsioni e quanti ritengono abbia comunque sortito un qualche effetto migliorativo della qualità del  lavoro scientifico nella nostra Area), i presenti hanno convenuto sulla necessità di sostenere e rafforzare la collaborazione allo scopo di arrivare alla stesura di un documento il più possibile (e se possibile) condiviso. Tale documento dovrebbe indicare i criteri che l’Area 14 ritiene debbano guidare la valutazione delle riviste e come tale essere proposto all’Anvur. Francesco Amoretti, presidente della Consulta, stenderà, sulla base della discussione odierna, una bozza del documento e provvederà a farla circolare per il proseguimento della discussione.
Ci fa piacere segnalare che i colleghi delle associazioni scientifiche non sociologiche hanno in generale apprezzato  la costituzione del nostro coordinamento; alcuni di loro hanno dichiarato l’intenzione di farsi promotori di iniziative analoghe nei settori di appartenenza.
Vi ringraziamo per l’attenzione.
Cordialmente,
Ambrogio Santambrogio e Paola Borgna