Riportiamo di seguito delle brevi schede di presentazione dei membri del Direttivo AIS 2020-2023. Cliccando sui loro nomi è possibile accedere ad ulteriori informazioni.

Presidente: Maria Carmela Agodi

Professore di Sociologia generale presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Napoli Federico II UNINA. Componente del Consiglio scientifico del Dottorato in Mind, Gender and Language, dirige il settore Valutazione della ricerca dell’Osservatorio di genere sull’Università e la ricerca di UNINA. I suoi principali ambiti di studio sono la teoria sociologica e la metodologia della ricerca sociale. I suoi interessi di ricerca incrociano la prospettiva degli Science &Technology Studies, le questioni di genere, la sociologia della conoscenza, i mutamenti istituzionali nel welfare, nei sistemi d’istruzione, nella ricerca e nella regolazione della sfera pubblica. Ha condotto ricerche finanziate su bandi competitivi di livello nazionale (PRIN) ed europeo (7° Programma Quadro).

In AIS, è stata eletta per due mandati tra i componenti del Direttivo AIS e per tre del Consiglio scientifico della Sezione di Metodologia. In ESA è stata Coordinatrice del Research Network Women’s and Gender Studies e per due mandati componente dell’Executive Committee. Attualmente, è Presidente del Council of National Associations e membro di diritto dell’Executive Committee. È stata International Consulting Editor dell’American Journal of Sociology; è co-editor della collana Studies in European Sociology di ESA, pubblicata da Routledge, e fa parte del comitato scientifico di riviste nazionali (Quaderni di Sociologia, Rassegna Italiana di Valutazione, Sociologia e Ricerca sociale, Tecnoscienza) e internazionali (European Societies) e di collane di volumi referate. Tra i suoi ultimi lavori, Dentro il Laboratorio di Latour: per una sociologia dei Terrestri”, Quaderni di sociologia, 77,  p. 135-43, 2018  e, con I. Picardi “La chirurgia robotica: infrastrutture narrative e dispositivi sociotecnici,” Rassegna italiana di sociologia, LX, 3, p. 559-87, 2019.

Vicepresidente: Stefano Tomelleri

Professore ordinario di Sociologia alla Università degli Studi di Bergamo. Autore di numerosi saggi su riviste nazionali e internazionali, i suoi interessi riguardano la teoria sociologica e la sociologia della salute e della medicina. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Giochi sociologici, con M. Doni (2011); Ressentiment. Reflection on Mimetic Desire and Society (2015), Rethinking Entrepreneurial Human Capital. The Role of Innovation and Collaboration, con G. Bosio, T. Minola, F. Origo, (2018).

 

Membri del Direttivo:

Biagio Aragona

Ricercatore confermato SPS/07 presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Napoli Federico II. Abilitato a professore di seconda fascia nel settore concorsuale 14/C1, insegna “Digital methods and Big data” e “Metodi avanzati per la ricerca quantitativa”. Responsabile dell’Assicurazione di Qualità (AQ) del Corso di Studio in Sociologia Digitale e coordinatore del progetto Big Data Assemblages: Techniques and Actors. È stato visiting researcher presso l’University of Southampton (UK) e l’Universidad de Salamanca (ES), e componente (2012-2015) del consiglio scientifico della sezione di Metodologia.
La sua attività di ricerca è dedicata all’uso delle fonti statistiche per l’analisi delle disuguaglianze sociali, alle applicazioni di big data e metodi digitali alla ricerca sociale, e allo studio dei processi di datificazione in atto nelle pubbliche amministrazioni.

Marco Bacio

Dottorando di ricerca in Sociologia all’Università degli Studi di Milano (dove insegna sociologia agli studenti triennali), e in Gender Studies alla Università di Lund, Svezia (dove insegna metodi quantitativi agli studenti magistrali). I suoi interessi di ricerca includono gli studi LGBT, gli studi di genere, le sessualità, il sesso a pagamento, e la sociologia della cultura. Dal 2011 è affiliato a ‘GENDERS’, Centre for Gender & Equality in Research and Science dell’Università di Milano. Dal 2018 è componente del Consiglio Scientifico della Sezione Studi di Genere dell’AIS. Le sue recenti pubblicazioni includono: ‘Social suffering as structural and symbolic violence: LGBT experiences in the Face of AIDS film archive’ (2018, con C. Rinaldi, Routledge), ‘The Queer Researcher: Challenging Homonormativity in Research and Educational Settings’ (2019, con C. Rinaldi, Routledge), e ‘Male Sex Work in Sweden: Criminalization of the Client’ (2020, Harrington Park Press, forthcoming).

Mario Cardano

Professore ordinario di Metodi Qualitativi per la ricerca Sociale e Sociologia della salute presso il dipartimento di Culture Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino. Professore collaboratore presso la facoltà di scienze infermieristiche (Faculdade de Enfermagen Programa de Pós Graduação) dell’Università Federale di Pelotas – Brasile, per l’insegnamento di ricerca qualitativa. Membro della direzione della “Rassegna Italiana di Sociologia”, del “Journal of Nursing and Health”, e di “Studies in Social Wellbeing. An Open Access Journal”. Autore di numerosi saggi e volumi, è stato referee per numerose riviste nazionali e internazionali. I suoi principali temi di ricerca riguardano la salute mentale e la disabilità, accanto a studi e ricerche d’impianto teorico che attengono l’impiego della teoria dell’argomentazione alla ricerca qualitativa. Fra le sue ultime pubblicazioni si segnala Defending Qualitative Research. Design Analysis, Textualization, Routledge,2020 e, con Gariglio, Algostino, Caredda, Pardini, La contenzione del paziente psichiatrico. Un’indagine sociologica e giuridica, Mulino 2020.

Fabio D’Andrea

Professore associato di Sociologia Generale (SPS/07) all’Università degli Studi di Perugia. È autore di numerosi scritti dedicati a una lettura “attuale” del pensiero di Simmel, alla socioantropologia francese e alla soggettività postmoderna. Attualmente lavora all’elaborazione di un modello complesso di conoscenza che ne recuperi le componenti simbolico-immaginali e corporee e studia le fondamenta non razionali del sociale. È coordinatore del CdL in Scienze per l’investigazione e la sicurezza e fondatore della sezione Immaginario dell’Associazione Italiana di Sociologia.

Tra i suoi libri più recenti Un mondo a spirale. Riflessioni a partire da Michel Maffesoli (Napoli, Liguori 2014) e (con A. Lombardinilo) Il libro tra carta e pixel. Traiettorie empiriche e costellazioni immaginali (Milano, Gechi Edizioni 2017).

Alessandra Decataldo

Professoressa associata presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università di Milano Bicocca, settore scientifico disciplinare: Sociologia Generale (SPS/07).Vice presidente del corso di laurea in Servizio sociale e componente della Giunta di Dipartimento. Insegno Concetti e strumenti di Sociologia e Sociologia dell’educazione, membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Analysis of Social and Economic Processes dell’Università di Milano Bicocca. Componente del Direttivo della Sezione di Studi di genere dell’AIS per due trienni consecutivi (2012-2015 e 2015-18).

Tra i suoi interessi di ricerca spiccano le questioni di metodologia e valutazione; attualmente coordina l’unità di Milano Bicocca del Progetto di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN)-2017 “Evaluating the School-Work Alternance: a longitudinal study in Italian upper secondary schools”.

Mariano Longo

Professore ordinario di sociologia generale, svolge attività didattica e di ricerca presso l’università del Salento, dove è attualmente direttore del Dipartimento di Storia, Società, Studi sull’Uomo. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, sia nazionali sia internazionali. Il tema di cui si occupa più di recente è quello delle narrazioni come fonte per la ricerca sociale.

 

 

 

Lorenzo Migliorati

Professore associato di Sociologia dei processi culturali presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona dove insegno in diversi corsi di laurea. È Co-delegato del Rettore alla Valutazione e impatto della ricerca, del Collegio dei Docenti del Dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Bologna ed esperto disciplinare ANVUR nell’ambito del sistema AVA. Si interessa prevalentemente di processi di costruzione della memoria collettiva, studi di comunità e, per passione, storia del pensiero. Coordina unità locali su progetti di ricerca finanziati nell’ambito di programmi comunitari: 2018-2021, Alpine Industrial Landscape Transformation (Interreg Alpine Space) e 2020-2023 Social and innovative Platform On cultural Tourism and its potential towards deepening Europeanisation (H2020 – SC6 – Transformations)