Care colleghe e cari colleghi,
sento, a un mese e mezzo circa dall’elezione del nuovo Direttivo AIS, l’esigenza di rivolgermi a ciascuna/o di voi per aprire quello che auspico sarà un percorso intenso di comunicazione tra Direttivo e soci/e.

L’esito dell’elezione degli organi associativi, a conclusione del Convegno di Napoli, ha espresso, nel confronto e nella diversità delle scelte espresse da ciascuno/a, la chiara volontà – di cui ringrazio tutte e tutti e di cui sento la enorme responsabilità – di andare avanti unitariamente verso una nuova stagione associativa, che risponda alle aspettative di cambiamento e di recupero di rappresentatività e unità entro un campo sociologico riconfigurato.

A queste aspettative tutti noi – Presidente, vice-Presidente e componenti del Direttivo – intendiamo rispondere con il nostro pieno impegno e con il coinvolgimento di tutta l’Associazione: l’entusiasmo, la voglia di dare il meglio e di collaborare sono state evidenti sin dalla prima riunione che abbiamo tenuto a Roma il 18 febbraio, ricevendo le consegne di chi ci ha preceduto nel triennio appena trascorso.

In attesa che il Direttivo sia presto completato nella sua forma statutaria, con l’elezione del/la Presidente della Consulta, condivido con voi alcune scelte, già fatte, e l’indicazione di altre da fare insieme.

Il Direttivo ha costituito un Ufficio di Segreteria di cui fanno parte, insieme a Lorenzo Migliorati – che lo coordina – Alessandra Decataldo e Marco Bacio.

Le necessità evidenti di riorganizzazione del funzionamento della Segreteria e di progettazione di un sito web più dinamico e adeguato alle esigenze dell’Associazione, rispetto a quello attuale ormai datato, ci hanno suggerito di privilegiare, nella scelta di un/a nuovo/a consulente esterno/a, la ri-progettazione complessiva della strategia di comunicazione e del sito web, mantenendo per ora interne le altre funzioni di segreteria. Abbiamo chiesto e ottenuto due diverse offerte e siamo orientati verso quella che ci è apparsa più consona alle nostre esigenze, per il tipo di esperienza maturata sul campo, oltre che per il rapporto qualità/prezzo.

La progettazione del nuovo sito web e della nuova strategia di comunicazione di AIS, verso l’interno e verso l’esterno, coinvolgerà appieno tutta l’Associazione, attraverso le Sezioni ma non solo. Ci proponiamo quindi, come Direttivo, di ascoltare e raccogliere le esigenze che voi farete presenti, in modo che quello che verrà prodotto possa essere davvero il “nostro” sito, con spazi e forme adeguate al lavoro comune e a una più agevole e immediata condivisione delle informazioni. Avvieremo dunque, innanzitutto con le Sezioni, ma anche con socie e soci che vorranno contribuire, individualmente o come reti di collaborazione tematiche trasversali, una consultazione, che speriamo sia serrata, ricca di idee ed efficace rispetto agli obiettivi da raggiungere.

Nelle more della realizzazione del nuovo sito e delle funzionalità che in esso verranno implementate, vi forniremo le indicazioni che serviranno a rendere da subito la nostra comunicazione interna più agile e veloce, diversificando gli indirizzi email, rispetto all’uso indistinto del “tuttofare” info@ais-sociologia.it.

Stiamo lavorando al prossimo numero della Rivista AIS, affiancati dalla redazione che vi ha lavorato nel Direttivo che ci ha preceduti, per rendere progressivo il passaggio di consegne. Chiediamo a tutte/i di considerarla come una risorsa comune, sottomettendo proposte di articoli e di interventi, anche in vista – peraltro – del riconoscimento formale che ci aspettiamo possa presto arrivare, della qualità che essa ha raggiunto grazie al lavoro di chi l’ha sinora diretta e curata.

Ai fini di una più efficace sinergia tra e con le Sezioni – che motivi a una maggiore trasversalità della partecipazione e contribuisca a una più forte identità collettiva della nostra comunità scientifica – abbiamo chiesto una programmazione annuale delle iniziative di ciascuna Sezione (peraltro prevista dal regolamento), che consenta i dovuti aggiustamenti reciproci, evitando sovrapposizioni e valorizzando al meglio gli sforzi di ciascuna.

Abbiamo avviato un lavoro comune con la neo-eletta rappresentante al CUN Consuelo Corradi e con le altre formazioni sociologiche (Associazioni, CIDAS, CRIS) per contribuire congiuntamente a un documento di Area 14 da presentare al Ministro Manfredi, sollecitando emendamenti al Decreto e al Bando che, insieme, prefigurano la forma della prossima VQR.

Infine, vorrei che l’emergenza che stiamo affrontando, anche nei nostri Atenei, per l’epidemia in corso, diventasse occasione di apprendimento collettivo: che motivasse tutte/i noi sia a far pesare, nell’Accademia e nella sfera pubblica, la rilevanza del contributo sociologico alla intelligenza collettiva dei fenomeni sociali che a fare, sempre più, rete tra noi. Per questo ho condiviso con il Direttivo la pubblicazione sul sito AIS del video progettato dalle colleghe Giuseppina Pellegrino e Olimpia Affuso di UNICAL, che richiama a una corretta comunicazione sui social media, e del link al corso MOOC di “Introduzione alla Sociologia” di Alessandro Cavalli, in open acces sulla piattaforma FEDERICA Web-learning di UNINA, invitando tutti/e a condividere materiali per la didattica a distanza, particolarmente utili in questo momento.

Il Direttivo, in questa fase che richiede l’impostazione del programma di lavoro da realizzare nei prossimi tre anni, sta procedendo con riunioni, anche settimanali, per via telematica.

Speriamo, più avanti, di poter svolgere le nostre riunioni in presenza – come programmato – presso diverse sedi universitarie, facendole coincidere con eventi e momenti di incontro con soci e socie, per raccogliere ed elaborare idee e iniziative di interesse collettivo.

Nel frattempo, sollecito ciascuno/a di voi a contattarmi a questo indirizzo di posta elettronica per richieste, proposte, suggerimenti che saranno, sempre, benvenuti.

Un caloroso saluto e l’augurio che l’impegno e il clima di fiducia e collaborazione reciproca che, sin dal primo momento, hanno caratterizzato il lavoro di questo Direttivo, possano estendersi a tutta l’Associazione, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione di ciascuna/o di voi.

La Presidente
Maria Carmela Agodi