Di reti culturali oggi si parla sempre più spesso. La collaborazione come modalità operativa è entrata a pieno titolo nei settori della produzione di cultura, anche in virtù della necessità di condividere gli oneri delle iniziative in essi realizzate. Tuttavia occorre interrogarsi anche sulle implicazioni sociali della collaborazione, con un’attenzione specifica ai sistemi di potere materiale e simbolico che essa giunge a configurare. Il volume affronta tali questioni adottando una duplice prospettiva teorica e metodologica applicata a una ricerca sulle reti di coproduzione tra imprese teatrali operanti in Campania.
Da un lato, le argomentazioni proposte nel libro sono incentrate sull’idea di collaborazione come insieme di relazioni concrete tra quanti operano nei mondi dell’arte, nella concezione del sociologo americano Howard Becker, ovvero le “reti di cooperazione” che rendono possibile la produzione e la diffusione di opere artistiche. Lungi dal restare confinato nell’idea di rete come metafora, il volume sviluppa questa tematica attraverso l’approccio “strutturale” dell’analisi delle reti sociali. Dall’altro lato, la prospettiva dei campi di produzione culturale proposta da Pierre Bourdieu fornisce un quadro teorico alternativo e, in un certo senso, complementare a quello dell’analisi delle reti. Nel campo artistico, la posta in gioco è la conquista di posizioni dominanti basate sul possesso di capitale economico, culturale e simbolico. Tuttavia, la tesi sostenuta nel volume è che anche la partecipazione a progetti condivisi possa costituire un vantaggio nella competizione per il riconoscimento nel campo artistico.
Il sistema teatrale della Campania è dunque concepito e analizzato ad un tempo come campo di produzione culturale e come rete di collaborazione, combinando le due prospettive e i relativi presupposti teorici e metodologici in un approccio innovativo la cui traduzione empirica conduce all’applicazione dell’analisi multidimensionale dei dati – adottata dallo stesso Bourdieu – alle reti di coproduzione teatrale.