SEZIONI

Sociologia del Diritto

Una breve storia della Sezione
La Sezione di Sociologia del diritto dell’AIS fu fondata nel 1983. Il primo Coordinatore fu Vincenzo Tomeo, docente nell’Università di Milano e allievo di Renato Treves.
Impossibile tentare, nei confini di spazio previsti per questa presentazione, una sia pur sintetica storia delle attività della Sezione. Ci si limita, perciò, a ricordare alcune tra le più rilevanti iniziative realizzate nell’ultimo ventennio: il Convegno su “Conflitti e diritti nella società transnazionale” (Courmayeur, 10-12 settembre 1998), organizzato da Vincenzo Ferrari (Università di Milano), allora Coordinatore della Sezione; la creazione, nella primavera del 2004, sotto la presidenza di Valerio Pocar (Università di Milano-Bicocca), del sito web della Sezione (www.sociologiadeldiritto-ais.it); l’organizzazione – sempre a cura di Pocar – dei “Seminari nazionali di Sociologia del diritto”, che si tennero annualmente a Capraia Isola a partire dal 2005; la realizzazione di un altro sito web (www.sociologiadeldiritto.it), per iniziativa di Alberto Febbrajo (Università di Macerata), che coordinò la Sezione dal 2008 al 2014.
Dal 2015 a tutt’oggi, Coordinatore è Lucio d’Alessandro (Rettore dell’Università di Napoli “Suor Orsola Benincasa”). Sotto la sua guida, la Sezione si è notevolmente arricchita ed ampliata: assai numerosi i Convegni, le pubblicazioni e le iniziative realizzate (tra le altre, la creazione di un database relativo alle principali aree di interesse e di ricerca dei membri della Sezione). Anche il numero degli iscritti è sensibilmente cresciuto: attualmente essi sono circa 120.   

Principali aree teoriche e di ricerca
La sezione costituisce il riferimento del SSD SPS/12 ove convivono – se si guarda alle aree di ricerca e agli insegnamenti impartiti in diversi Corsi di laurea triennali e magistrali – la Sociologia del diritto con la Sociologia della devianza, nonché la Criminologia prodotta da studiosi impegnati a coltivare il campo in un quadro di riferimenti rigorosamente sociologici, configurandosi dunque più propriamente come sociologia del crimine. Su ciascuna di queste aree, come da sua tradizione, la sezione mantiene intensi rapporti con reti nazionali ed internazionali di ricerca alle quali partecipano studiosi di aree disciplinari limitrofe di tipo giuridico, filosofico, economico e sociopolitico.
Diritto e devianza nella prospettiva sociologica (teorica ed empirica) costituiscono i campi di ricerca. E se imprescindibile è il riferimento alla dimensione giuridica che definisce e struttura i comportamenti individuali in rapporto con le norme, le relazioni sociali e l’agire delle istituzioni e di quelle di controllo, molti altri interessi sono coltivati: a titolo di esempio, i diritti e la loro effettività nelle politiche sociali, il pluralismo dei riferimenti normativi nelle società complesse, la natura sociologico-giuridica dell’agire delle istituzioni, la cultura giuridica e la dimensione amministrativa delle politiche, le professioni legali, ecc.

Consiglio scientifico

Sergio Marotta

Segretario

Roberta Bisi

Componente

Bruno Bilotta

Componente

Tito Marci

Componente

Franco Prina

Componente

Carlo Pennisi

Componente

news recenti.

convegni.

call for papers.

Italiano